Tuo figlio sta sempre al computer? Potrebbe essere il suo futuro!

0 Flares 0 Flares ×

mio-figlio-sta-sempre-al-computer

Tua figlia o tuo figlio sta sempre al computer o al cellulare e non vuole studiare o cercare un lavoro? Mamma, mi rivolgo a te che sei preoccupata dall’enorme quantità di tempo che il tuo ragazzo spreca davanti allo schermo: perché non lo aiuti a trasformare questa sorta di dipendenza da Internet in un lavoro serio che possa dargli una vera opportunità? In questo articolo ti spiego come fare a stimolarlo e a supportarlo per far sì che le sue passioni diventino il suo futuro professionale. Sei pronta? Partiamo!

Oggi le abitudini dei più giovani sono molto legate a Internet, il tempo che passano davanti a uno schermo cresce a dismisura ed è innegabile. Il Web è uno strumento magnifico ma può trasformarsi anche in una rete in cui si può rimanere intrappolati, schiavi di questo mondo virtuale, fatto di siti, chat e social: per evitare che tuo figlio cada in questa trappola, cerca di capire esattamente cosa fa online e inventati un modo per stimolarlo, incuriosirlo e trasformare i suoi hobby in conoscenza di uno specifico settore.

Prova questa tecnica

Probabilmente starai pensando che è più facile a dirsi che a farsi. Ti assicuro che non è così, solo che il CAMBIAMENTO DEVE PARTIRE DA TE.

Hai notato che quando ad esempio chiedi a tuo figlio cosa ha fatto a scuola o durante la giornata, è molto probabile che ti risponda “niente”? Ma mica non ha fatto niente… è solo che fare questa domanda, in questo modo, non è abbastanza per farlo aprire. Prova a cambiare metodo d’approccio, inizia a parlare tu della tua giornata e raccontagli cosa hai scoperto di nuovo, con chi hai parlato e cerca di attirare la sua attenzione: è molto probabile che si sentirà di fare lo stesso e a quel punto ti spiegherà spontaneamente cosa ha fatto.

Questo concetto è anche applicabile nel caso di ciò che fa al computer durante il suo tempo libero, ma se tu non sei la prima a informarti sulle possibilità offerte da Internet non avrai come fare. Ecco perché dicevo poco fa che il cambiamento deve partire da te.

=> Parti da questa guida gratuita: Cos’è il Web, storia, evoluzione e futuro

Mamma, lo sai che ci sono tantissimi ragazzi che hanno trasformato i loro hobby in un lavoro proprio grazie a Internet? Non credere che lavorare nel Web significhi dover conoscere per forza codice informatico e programmare, non è così. Certo aiuta, ma non tutte le professioni digitali lo prevedono.

Ad esempio, tuo figlio sta sempre al computer perché

  • non riesce a staccarsi dai videogiochi? Spiegagli che può trasformare questa sua passione in un lavoro, ad esempio scrivendo news articoli e recensioni per blog e testate online
  • chatta sempre e noti che il suo mondo ruota attorno alle relazioni? Potrebbe fare, tra le tante cose, attività di pubbliche relazioni online (Digital PR) oppure gestione delle community sui social network (community management) o ancora buttarsi nel mondo del servizio clienti online (customer service)
  • legge articoli e notizie e adora tenersi informato su ciò che accade nel mondo? Fagli scoprire il mondo del blogging e del giornalismo online
  • è appassionato di Facebook? Spiegagli che può diventare un vero e proprio lavoro anche senza bisogno di avere un’azienda che lo paghi.

=> Scopri quali sono le nuove professioni digitali 

Questi sono solo pochissimi esempi, ma forse non sai che ci sono attualmente tantissime aziende e artigiani che cercano un professionista del digitale, e quando parlo di aziende non mi riferisco alle grosse compagnie (che vedrai come “inarrivabili”) ma anche ai ristoranti sotto casa, alle librerie, alle pizzerie, alle agenzie e a chiunque abbia una qualsiasi attività. Infatti anche i piccoli commercianti stanno finalmente capendo l’importanza di avere una buona presenza su Internet, il problema è che in Italia non siamo ancora pronti a soddisfare la domanda – anche perché, diciamolo, la formazione che ci danno alle università pubbliche non è per niente al passo coi tempi…

Pensaci un po’, ci lamentiamo che oggi non c’è lavoro, che il tasso di disoccupazione è altissimo, che i giovani hanno poche speranze, ma non è così. Semplicemente il mercato del lavoro è cambiato e se tuo figlio sta sempre al computer allora perché non instradarlo?

Rendi Internet una risorsa per il futuro di tuo figlio

Grazie a Internet crearsi un lavoro è possibile non solo in azienda (da dipendente) ma anche da casa. Non ci sono formule magiche o miracoli per costruirsi un futuro grazie al Web ma ci vuole creatività, passione e tanto impegno.

Ma se non sai quali opportunità offre Internet, sarà per te davvero difficile far capire a tuo figlio cosa potrebbe fare e come potrebbe trasformare questa “dipendenza” che ha per i computer e Internet nel suo futuro lavorativo.

A meno che tu non ti stia sbagliando perché tuo figlio si è già portato avanti con lo studio del Web (in questo caso cerca di scoprirlo con la tecnica descritta sopra e invece di dirgli “stai sempre al computer!” invoglialo ad andare avanti), informati tu per prima, non porgli domande a cui probabilmente non saprà – o non vorrà – rispondere ma usa le parole per fargli scoprire l’Internet che funziona, che lavora, che produce e che fa guadagnare online. Se può esserti di aiuto, prova a leggere la guida di Riccardo Mares che può aiutare davvero te mamma e tuo figlio a capire come sia fatto il Web e cosa ci si debba aspettare da Internet e che cosa si può fare:

=> LEGGI MAMMA POSSO SPIEGARTI, LAVORO NEL WEB

E tu, sei una di quelle mamme che si preoccupa nel vedere il figlio sempre al computer?

Floriana Giambarresi

Web Marketing Strategist : Dario Flaccovio Editore
Web Marketing Strategist per Dario Flaccovio Editore, ho un'innata passione per la tecnologia e per la comunicazione online. Sono presente sul Web dal lontano 1995. Adoro viaggiare.

Nessun libro disponibile.

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×