10 errori da non fare se usi Facebook per la tua azienda

0 Flares 0 Flares ×

10-errori-da-non-fare-se-usi-facebook-per-la-tua-azienda

Caro Lettore,
Quella che segue è una mia personale raccolta dei 10 principali errori che ho visto commettere su Facebook a chi si cimenta per le prime volte in attività di auto promozione utilizzando questo strumento.  Ogni errore è accompagnato da un mio commento personale: ho deciso di utilizzare un tono forte (ovviamente ironico) per farti comprendere meglio in cosa consiste lo sbaglio, mettendoti nelle condizioni di riconoscerlo e non compierlo con la tua azienda.  Trattasi quindi di pura ironia, rivolta a nessuno in particolare.

Ecco 10 errori da non fare se usi Facebook per la tua azienda:

1) Complicare le cose

Esempio:
<<Cari amici, cercate la nostra pagina “Negozio di Abbigliamento Pinco Pallino” e seguiteci>>  TAGGA LA PAGINA! TAGGALA! Nessuno perde tempo a cercarla o a digitarla. Perché mai io dovrei dedicare il mio tempo a cercarti? Chi sei? Perché dovresti valere 30 secondi di noioso impegno? Quanti incrementi di Like hai avuto ogni volta che hai fatto uno status del genere?

2) Richiedere azioni

Esempio:
Cliente <<Buongiorno, è possibile avere le foto del vostro menù?>> Azienda <<Certo, scorri nella nostra pagina, le trovi pubblicate>>
Non dirlo mai. Soprattutto se hai dozzine di foto, e quelle richieste non sono immediatamente visibili nel Top della bacheca. L’utente, rinuncia prima ancora di cimentarsi nella ricerca!

3) Lasciare soldi sul piatto

Esempio:
Cliente <<Buongiorno, trattate anche vernici lavabili?>> Azienda <<Passi in negozio per vedere se i prodotti che abbiamo possono andarle bene>>
La gente nel web vuole informazioni SUBITO! Così facendo stai letteralmente perdendo clienti. Quando un utente manda un messaggio a te, lo manda anche ai tuoi concorrenti. Cosa ti fa pensare che sia tu ad avere la meglio sul potenziale cliente, se gestisci in questo modo la sua ricerca?

4) Dare per scontato

Esempio:
<<Anche oggi qui da noi è una bella giornata! Siamo pronti ad offrirvi il nostro servizio>>
Ma chi da noi chi? Ti conoscono tutti? Sei sicuro? Ricollegano immediatamente le tue parole al tuo servizio?

5) Clonare messaggi altrui

Esempi:
<<La nostra azienda da oltre 10 anni si occupa di….>>  <<La nostra famiglia da oltre 40 anni produce con passione e attenzione…>>  <<Siamo in grado di soddisfare tutte le esigenze…>>  Sappi che il cervello umano automaticamente scarta questi testi perché li ha visti troppo, siamo troppo saturi di comunicazione, e queste tue parole scivolano via come olio.

6) Lasciare le cose a metà

Esempio:
<<Ultimi pezzi disponibili..>>  Ok, ma come? Dove? Cosa devo fare? Metti sempre recapiti funzionanti e inviti all’azione!

7) Essere un fantasma

Se hai una pagina Facebook e ricevi dei messaggi, segnati sulla tua agenda di consultarli più volte al giorno e di rispondere! Facebook contrassegna ed evidenzia i tempi medi di risposta delle pagine, e quelle con tempi di risposta lunghi vengono scartate il più delle volte. Quindi, probabilmente stai ricevendo meno messaggi di quanto potresti.

8) Non averne voglia

Sulle informazioni della pagina (così come sul sito o sui portali in cui hai inserito la tua azienda) fai una descrizione esaustiva di cosa fai esattamente, come lo fai e perché lo fai meglio di altri. Esponi subito i punti che per i tuoi potenziali clienti sono di forza (per loro, non per te), e smetti di lasciare in bianco le tue descrizioni!

9) Essere egocentrico

Sfrutta il tempo a tua disposizione per essere interessante per i tuoi potenziali clienti, non per te. Capisco che la foto del tuo negozio / serra / stabilimento / locale ti rende orgoglioso, ma per gli utenti questo tipo di pubblicazioni sono indifferenti!
Alle persone ahimè non rende orgogliosi vedere le foto della tua famiglia o del capannone, quindi usale con parsimonia, una volta ogni tanto.

10) Abusare di punteggiatura

Esempio:
<<Eccoci!!!!!!!!!!! Sono arrivati i MEGASALDI!!!!!!!!! Tante offerte e………… altro ancora!!!!! Contattaci……… Siamo in chat……!!!!!>>  Un punto esclamativo e tre puntini sono più che sufficienti! I post con punteggiatura in esubero sono decisamente fastidiosi per gli utenti social, inoltre i tuoi potenziali clienti non sono tuoi amici.

Abbiamo scoperto i 10 errori da non fare se usi Facebook per la tua azienda con i commenti e le preziose dritte di Elena Setzu, esperta di Presenza Online Efficace!

Elena ti guiderà senza indugio e senza troppi giri di parole verso il successo della tua azienda sui social network e sul web costruendo una presenza online efficace attraverso strategie vincenti!

Continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook Dario Flaccovio – Web & Business, sarai costantemente aggiornato con interessanti articoli come questo, pronti a fugare ogni tuo dubbio e arricchire il tuo bagaglio di conoscenze nel settore web marketing, ma non solo!

Citazioni, nuove uscite, webinar, corsi, workshop e tanto altro ti aspetta sui nostri canali social!

Elena Setzu

Sito personale : esetz.it/
Esperta di presenza online, consulente aziendale e docente di marketing. Passa le giornate a rendere unica, efficace e vincente la presenza online dei suoi clienti sparsi per l’Italia.

Libri scritti da Elena Setzu

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati saranno trattati per consentire l'inserimento e la pubblicazione dei commenti e delle recensioni. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l'Informativa Privacy

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×