3 step per fare il Social Media Manager

0 Flares 0 Flares ×

3-step-per-fare-il-social-media-manager

Quali sono i 3 step fondamentali per fare il social media manager?

Oggi ho pensato di rivolgermi a te creando una sorta di mappa mentale: immagina che la tua vita sia come il motore di ricerca Google e che per capire come raggiungere il tuo obiettivo professionale debba rivolgerti a maps.

La tua posizione attuale è quella di un appassionato di web marketing, in particolare, di social media, magari con poca esperienza alle spalle o qualche anno di rodaggio all’interno di agenzie web o aziende di vario tipo.

Come diventare un social media manager di successo, a questo punto? Un professionista capace di rivendere le proprie capacità e competenze in ogni contesto lavorativo?

Siediti, questo articolo è dedicato proprio a te!

  1. Creatività e passione

Il social media manger si occupa della creazione del piano editoriale, quello strumento imprescindibile fatto di obiettivi misurabili (e raggiungibili!), scadenze e orari ben precisi per promuovere sui social media l’attività di un cliente attraverso la pubblicazione di post di varia natura: informativi, commerciali, di intrattenimento.

Il social media manager cura con dovizia tutti i contenuti sui social, dalla programmazione negli orari strategici e con maggiore probabilità di visualizzazione da parte degli utenti, alla moderazione dei contenuti dentro una community (Social Media Management) fino ad arrivare alla gestione di campagne di advertising sui social network (Social Media Advertising).

Si tratta di una figura capace di condensare in un solo ruolo tante competenze, ma soprattutto, è una persona fondamentalmente creativa.

Per attirare l’attenzione degli utenti sui social, bisogna avere una spiccata inventiva, passione per la scrittura, per l’aggiornamento continuo, per la ricerca minuziosa delle novità del settore di riferimento, oltre a una buona capacità di osservazione dell’attività dei competitor.

Per imparare bene il mestiere, per capire come promuovere un prodotto o servizio, è necessario osservare le mosse della concorrenza!

La passione e la creatività sono il motore di questa splendida professione, capace di regalare grandi soddisfazioni laddove non ci si senta mai davvero arrivati e si comprenda che la cosa più importante è…fare!

Testare, testare e ancora testare.

Nessuno ha la formula magica per condurre i propri clienti al successo sui social network, per cui la cosa importante è non scoraggiarsi mai e apportare continue modifiche e miglioramenti alla propria comunicazione online.

 2. Social media attitude: specializzati!

Quanti social media manager si professano tali e poi non sono in grado di distinguere le metriche sui social o di comprendere cosa sia concretamente l’engagement prodotto?

Da quanti pseudo esperti ti sei fatto superare, del tutto incolpevolmente, solo perché si professavano tali?

C’è un dato sul quale nessuna azienda può sorvolare, nel momento in cui presenti la tua candidatura come professionista dei social: le competenze acquisite.

Specializzati con corsi e master, ce ne sono tantissimi e molto completi, capaci di trasmetterti le conoscenze chiave per operare nel settore che ami.

Guarda, ad esempio, le proposte di Ninja Academy, molti dei docenti che ti aiuteranno a realizzare il tuo sogno sono nostri autori, specializzati in web marketing e ciascuno con competenze in specifiche piattaforme come la nostra Veronica Gentili, massima esperta italiana di Facebook Marketing!

 3. Fare il Social Media Manager: usa i tool per il Social Media Management

Il tempo è tuo alleato, se lo consideri tale!

Durante una giornata di lavoro sui social network, potrebbe capitarti di dover gestire uno o più clienti su differenti canali: Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn, eccetera.

Come evitare di impazzire e soprattutto fare un buon lavoro rispettando il piano editoriale?

Ed ecco che vengono in tuoi soccorso una miriade di tool, fedeli compagni per il tuo social media management.

Gestione social network

postpickr

Hootsuite, Buffer e Postpickr sono senza dubbio tool che fanno al caso tuo per programmare i post nei giorni e negli orari che hai scelto (tenendo conto delle statistiche).

Con le versione free è possibile gestire da 3 a 5 social e ti verranno incontro per schedulare post di qualsivoglia natura, allegando anche le grafiche che desideri e che ti suggerisco di reperire su Pixabay oppure su siti come Kaboompics, che suddividono le immagini per categorie, dandoti la possibilità di scaricarne di meravigliose per catturare l’attenzione degli utenti online.

Strumenti di monitoring

Si tratta di strumenti di fondamentale importanza per monitorare i trend sui social e capire se la tua strategia funziona. Una cosa da poco, eh?

Tra i più utilizzati, strutturato in modo tale da agevolare l’utilizzatore al massimo, c’è Mention, tool molto conosciuto che rappresenta la soluzione ideale per il monitoraggio del marchio ed è capace di tenere sotto controllo anche i leader nel settore. Oltre ai social media, ti offre un servizio integrato molto utile per tenerti aggiornato su notizie, blog o pagine web.

Altro tool di livello è Carma, copre tutti i tipi di media online e offline in ben 100 nazioni, quindi se promuovi un’azienda internazionale e ti giochi l’occasione della vita, fai in modo di giocartela bene con questo ottimo tool.

Scopri “Social media monitoring” di Emanuela Zaccone, creando azioni social davvero efficaci!

Analytics

L’analisi dei dati, dei trend, degli hashtag e dell’engagement è un passaggio basilare, irrinunciabile e necessariamente da compiere avvelendoti di tool capaci di darti una dimensione di ciò che accade online.

Rival IQ, ad esempio, traccia le conversazioni sui social, sia vostre che dei vostri competitor, segnalando live i trend topic, gli hashtag per il tuo pubblico di riferimento, nonchè una serie di chicche per migliorare la tua presenza e il tuo tone of voice.

Tra i tool più conosciuti e apprezzati voglio citare anche Socialbakers, suite di strumenti davvero popolare nel settore che prevede anche una sezione di tools gratuiti.

Visual

Eccoci qui, immagino che dopo aver acquisito tutte queste informazioni penserai: “d’accordo, ma le immagini?”, perché ti capiterà molto spesso di dover sopperire alla mancanza di un collaboratore grafico oppure di dover pubblicare post emozionali, capaci di suscitare reazioni vere nel tuo pubblico e senza poter avere come unico punto di riferimento i siti che ti forniscono immagini free.

canva

Canva fa al caso tuo: ti permette di realizzare contenuti grafici accattivanti, personalizzati, con una scelta davvero ricca di formati per tutti i social e non solo!

Canva è un’applicazione web cui si ricorre nei casi più disparati: se ti occorre realizzare una presentazione oppure una locandina per un evento da far circolare sui social e ancora, se vuoi arricchire il tuo archivio di citazioni relative al settore di riferimento.

Con questa app, risolverai metà dei tuoi problemi con un risultato di altissima qualità e in poco tempo!

Quelli che oggi ti ho suggerito, sono i 3 step per fare il social media manager, lanciando una sfida ai “cugini di”, ai social media fuffer e all’improvvisazione sgradevole, inadeguata e approssimativa che spesso vige sui social.

Per essere il migliore, impara dai migliori: ecco il nostro bundle dedicato alla conoscenza e all’uso concreto dei social network, fatti un giro e comincia a fare il primo passo per diventare social media manager!

 

 

 

Alessandra Litrico

Responsabile comunicazione e social media Dario Flaccovio Editore

Nessun libro disponibile.

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati saranno trattati per consentire l'inserimento e la pubblicazione dei commenti e delle recensioni. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l'Informativa Privacy

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×