5 regole d’oro del content marketing su LinkedIn

0 Flares 0 Flares ×

5-regole-doro-del-content-marketing-su-linkedin

LinkedIn è senza ombra di dubbio la piattaforma ideale per divulgare i tuoi contenuti nel B2B, ma è molto usato anche nell B2C, data l’immensa mole di contatti professionali con cui puoi avere a che fare.

Come fare content marketing su LinkedIn?

Il tuo biglietto da visita è la pagina aziendale, trattala bene, curala nel dettaglio e immaginala proprio come il tuo viso quando stringe per la prima volta la mano a qualcuno al quale ti stai presentando.

I contenuti da diffondere attraverso il content marketing saranno quanto più apprezzati tanto più saranno utili e coinvolgenti.

L’engagement arriva, a volte gradualmente, quando sai cosa comunicare e come farlo al meglio.

I dipendenti sono i primi rappresentanti della tua azienda, quindi innanzitutto coinvolgere le persone a te più vicine e chiamate in causa nell’attività che svolgi è il punto di partenza imprescindibile.

Fare employer branding è un’attività molto importante, significa credere in ciò che si fa e all’interno del contesto aziendale in cui si opera, significa supportare la propria azienda e con essa tutti i collaboratori che ne fanno parte. Credi in te stesso e fai in modo che a crederci siano, prima di tutto, i soggetti coinvolti: solo cosi anche altri attribuiranno il giusto valore alla tua attività, a ciò che vendi e proponi.

Come si fa del buon content marketing su LinkedIn? Da dove partire e soprattutto, quali sono le mosse vincenti per attirare il tuo target?

Ecco le 5 regole d’oro del content marketing su Linkedin:

 

1 – Individua i tuoi obiettivi:

Qual è il primo obiettivo da raggiungere?

Avere un obiettivo preciso.

Sicuramente, renderti visibile, rintracciabile, rendere nota la tua professionalità attraverso un profilo / pagina aziendale ben strutturati. Definire i propri obiettivi è il punto di partenza per affrontare un lungo percorso che, giorno dopo giorno, ci permette di definire meglio la nostra strategia. Desideri incrementare la tua visibilità, incrementare il tuo business o portare traffico al tuo sito? Ti piacerebbe promuovere i tuoi prodotti e servizi oppure acquisire nuovi lead? Definire, definire e ancora definire.

2 – Definisci il tuo pubblico

Chi potrebbe essere interessato a leggere ciò che scrivi e, quindi, a cogliere le opportunità che con il tuo valore e il tuo lavoro offri? Individuare il tuo lettore-tipo è il secondo passo fondamentale, la seconda regola per la fruttuosa convivenza su LinkedIn.

Individua il tuo settore, osserva i tuoi competitor, fai in modo di attirare l’attenzione di chi ritieni importante per te e per la tua attività.

Giornalisti, influencer, prospect, clienti da fidelizzare. Tuffati nel mare di LinkedIn e comincia a “pasturare”, per fare in modo di indirizzare i tuoi messaggi proprio a destinatari che potrebbero averne interesse.

3 – Scrivi post e commenti per coinvolgere il tuo pubblico

Questa è una regola fondamentale, soprattutto se nella vita professionale operi nel B2B.

Dietro ogni azienda, c’è una persona, un potenziale contatto, una risorsa infinita di opportunità, quindi non chiuderti a riccio e buttati nella mischia.

Gli status update dovrebbero aggirarsi tra i 75 e i 100 caratteri per il B2B, mentre tra i 100 e i 125 caratteri per il B2C.

Usa le citazioni per coinvolgere il tuo pubblico e hashtag per farti trovare facilmente, sicuramente avvalorati da immagini con dimensioni 1200 x 627 pixel.

Puoi anche stabilire le opzioni di visibilità: Pubblico, Pubblico + Twitter, solo i tuoi collegamenti.

4 – Realizza il tuo piano editoriale

Ci sono contenuti che possono essere riproposti da un social all’altro, sebbene usando termini e modalità differenti. Lo stesso post può benissimo essere pubblicato su Facebook e LinkedIn, ad esempio, ma con qualche accorgimento. Prima di tutto, fatti furbo: lo stesso contenuto può andare in pubblicazione in due social network differenti, con formati differenti, testi diversificati e soprattutto in giorni differenti.

Facebook predilige i post con le immagini, mentre LinkedIn ama i contenuti testuali piuttosto lunghi.

Rudy Bandiera, ad esempio, rende noto che a essere vincenti sono i contenuti che occupano tutti i 1300 caratteri consentiti da LinkedIn. A questo link puoi trovare tutte le sue strategie per coltivare l’arte del Digital carisma!

Diversifica il tuo piano editoriale con articoli, curiosità, eventi di particolare rilievo da divulgare al tuo target.

La regola è questa: 80% contenuti informativi, 10% contenuti commerciali e 10% contenuti di intrattenimento.

Un riferimento a mio avviso necessario, va fatto per i video nativi.

I video nativi sono messi in primo piano su LinkedIn e in generale ottengono un engagement più alto delle immagini!

5 – Utilizza Pulse

Non mi stancherò mai di ripetere quanto sia importante questo strumento!

Se hai un blog, ti consente di renderlo noto all’interno dei tuoi articoli o magari puoi inserire in link. LinkedIn Pulse permette di creare la tua cerchia di lettori, una nicchia non tanto ristretta, dal momento che attraverso i “consiglia” dei collegamenti, la copertura può raggiungere un’ampiezza inimmaginabile! Promuovi la tua attività, i tuoi prodotti, i tuoi servizi, la tua stessa persona in tutte le sue sfaccettature, proponendo contenuti interessanti per gli utenti.

Se l’articolo viene visualizzato molte volte, sarà inserito tra le notizie consigliate da LinkedIn e ti permetterà di aumentare visualizzazioni, commenti e condivisioni.

Come abbiamo visto, il mix perfetto per aumentare la portata dei contenuti su LinkedIn è dato dalla combinazione di conoscenza e competenza sull’argomento trattato, il professionista o l’azienda che lo tratta e il supporto dei dipendenti della tua azienda.

Ti ho parlato delle 5 regole d’oro del content marketing su LinkedIn, nel prossimo articolo voglio approfondire tutto ciò che riguarda LinkedIn Ads e la funzionalità dei Gruppi su LinkedIn, uno strumento potentissimo per rafforzare la leadership e creare interazioni davvero utili per la community e per il tuo brand!

 

 

Alessandra Litrico

Responsabile comunicazione e social media Dario Flaccovio Editore

Nessun libro disponibile.

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati saranno trattati come da Informativa Privacy

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×