Getta le tue reti, buona SEO ci sarà!

0 Flares 0 Flares ×

Hai letto il titolo e sei già convinto che chi scrive è un folle? Esatto: hai già fatto un bel passo avanti. Ora possiamo proseguire. Innanzitutto – evito di fare il maleducato – e mi presento in questo blog per me nuovo: mi chiamo Riccardo e da qualche giorno mi occupo di SEO. Cos’è la SEO? Moh te lo spiego, un passettino alla volta.

Il Pescatore

Cosa fa il buon pescatore, quello esperto, quello con la barba, quello che sa fare le cose?

  1. Decide che pesce andare a pescare, che tipo di pesce
  2. In base al tipo di pesce seleziona le esche migliori: vive, finte, …
  3. Sceglie il posto migliore dove andare a pescare: la zona e nella zona il punto corretto

Poi ovviamente inizia a pescare: qui la sua esperienza, la sua bravura e la sua fortuna compongono il risultato finale. Se pesca o no? Perché metto anche fortuna? Perché il pescatore ha delle variabili che non può controllare e non può conoscere: le correnti, l’umore del pesce, l’umore del verme (nel caso di esca viva), etc… insomma hai capito!

Il SEO

A questo punto so che ti stai aspettando un parallelismo. Ecco: no. Nessun parallelismo: il post finisce qui. Come faccio a farti un parallelismo che ancora non ti ho spiegato cosa è la SEO? Dunque… la SEO è quell’insieme di strategie che permettono ad un sito di aumentare la sua visibilità di qualità nei motori di ricerca. Ovvero? Insieme di strategie che permettono ad un sito di:

  • farsi trovare…
  • quando l’utente cerca qualcosa…
  • con un risultato coerente…
  • ed una pagina coerente…

Ci siamo? No? Beh… posso segnalarti un sacco di amici più bravi di me in grado di darti ripetizioni, oggi pure la mia mamma!

SEO vs Pescatore

Hai già capito la soluzione della metafora? Ok, ti rovino la sorpresa.

Il SEO deve capire esattamente gli obiettivi del suo pescatore, ovvero che pesci vuole pigliare. Nel caso di un sito internet è necessario capire chi sono gli utenti potenzialmente interessati al servizio/prodotto che il sito offre.

Trovato il tipo di pesce (utenti) è necessario capire dove questi utenti nuotano e le loro abitudini: acqua calda o fredda, acque mosse o stagnanti, esche vive o finte, bla bla bla. Nel nostro caso cosa cercano, quali sono le loro esigenze tradotte in query tipo.

Quindi, in base alla precisione delle informazioni di cui sopra, il buon SEO seleziona la canna corretta (strategia), infila le esche migliori (snippet) e lancia l’amo nella zona migliore (serp). Tutto ciò sperando di trovare dei pesciolini (utenti) che abbiano fame e che apprezzino l’esca. Dunque? Cerca di posizionare al meglio le pagine del sito, provando a inserire in quelle SERP lo Snippet migliore possibile.

Esempio di SERP

Foto tratta da #MammaMrx (mammamrx.it)

Facciamo i seri

La SEO è un insieme di strategie che deveno presidiare il percorso:

Utente > Esigenza > Query di Ricerca > SERP > Snippet > Landing Page > CONVERSIONE

Parafrasando:

  1. L’utente ha una esigenza
  2. La esprime per mezzo di una ricerca nei motori di ricerca, che si chiama Query
  3. Il motore di ricerca risponde con pagina, che si chiama SERP
  4. Questa pagina contiene una serie di risultati più o meno attinenti, che si chiamano Snippet
  5. Se l’utente viene persuaso da uno Snippet clicca su quel risultato
  6. Viene quindi catapultato su una pagina di un sito esterno (solitamente!) che prendi il nome di Landing Page (Pagina di Destinazione)

È finita? No: se l’utente apprezza quella Landing Page, allora effettuerà delle azioni che potranno essere definite Conversioni. Leggerà fino alla fine, cliccherà sugli approfondimenti, contatterà l’autore, lascerà un commento, condividerà su Facebook, compilerà un form, comprerà un prodotto, si iscriverà ad una newsletter…

Se invece non gli piace (per una infinità di motivi) può anche correre e scappare in SERP (quella di prima) alla velocità della luce (e non è cosa buona!).

Quindi…

Sei pronto a gettare le tue reti?

PS: Odio la pesca, ma non nel senso di avversione contro chi pesca, ma proprio la pesca in quanto tale. Ma ho massimo rispetto per chi la pratica con tanto amore e passione. E per i pesci: li adoro, specie al sale.

Merlinox

Sito personale : blog.merlinox.com
Appassionato di computer da sempre, irrefrenabile curioso, si iscrive per caso all'università e resta abbagliato da Internet. Da allora non abbandona più il Web. Programmatore, web designer, SEO, web marketer. Passioni extra? Sport e lettura.

Ultimi articoli di Merlinox (vedi tutti)

Libri scritti da Merlinox

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati saranno trattati per consentire l'inserimento e la pubblicazione dei commenti e delle recensioni. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l'Informativa Privacy

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×