Il successo si nutre di perseveranza e di impegno

0 Flares 0 Flares ×

avere-successo-nel-lavoro

Il successo è un mix di elementi, spesso intangibili, come le idee, il talento, la capacità di essere un riferimento per gli altri, le competenze e la creatività. Nessuno è in possesso di tutte queste doti. Cercate di colmare, per quanto possibile, le vostre lacune fino a quando i vostri punti di debolezza non diventeranno anch’essi punti di forza. Quando ci accingiamo a lavorare a un qualsiasi progetto, quale può essere la cura del nostro Personal Branding, dovremo compilare sulla carta tre liste.

  1. Una lista dovrà indicare gli elementi necessari e le azioni utili ad ottenere un ottimo risultato, rimanendo distaccati, come se non lo dovessimo ottenere noi
  2. Nella seconda lista costruiremo l’elenco delle competenze necessarie affinché questa impresa riesca al meglio, avendo cura di indicare anche quelle abilità che non possediamo
  3. Nell’ultima lista raggrupperemo tutte le cose che temiamo, che non dipendono dalle nostre capacità e che potrebbero metterci i bastoni tra le ruote.

Una volta compilate queste tre liste, guardandole con la maggiore obiettività e il maggiore distacco possibili, avremo la misura esatta dell’impegno che dovremo metterci e non ci faremo illusioni sulla facilità dell’impresa.

Non cercate follower, cercate connessioni durature. Non avete bisogno di numeri, ma di collegamenti reali. Molti dimenticano che i numeri della vanità, quelli basati sulla quantità dei collegamenti, sono inutili se non portano all’azione e alla vera connessione. Nel fare questo, non dovete essere snob, ma il vostro impegno è cercare di trasmettere vicinanza a chi inizia un dialogo con voi.

Nel mio personale modello di socialità digitale, non ho preferenze e considero tutti quelli che mi si avvicinano come persone degne di essere seguite e considerate, meritevoli di una risposta. Nei limiti del possibile, cerco di rispondere a tutti e di essere utile. Il Personal Branding non è misurabile con la qualità dei collegamenti. «È sbagliato giudicare un uomo dalle persone che frequenta. Giuda, per esempio, aveva degli amici irreprensibili», diceva lo scrittore Marcello Marchesi.

Riccardo Scandellari

Sito personale : www.skande.com
Curatore di contenuti e giornalista. Esperto di personal branding e d’identità digitale, si occupa di strategie nei nuovi media. È socio fondatore di NetPropaganda con Rudy Bandiera. In tre parole: una montagna travestita da briciola.

Libri scritti da Riccardo Scandellari

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati saranno trattati per consentire l'inserimento e la pubblicazione dei commenti e delle recensioni. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l'Informativa Privacy

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×