Instagram engagement: come aumentarlo in modo esponenziale

0 Flares 0 Flares ×

instagram-engagement-come-aumentarlo

Instagram continua la sua impennata aggiudicandosi, al momento, il titolo di social più proficuo per aumentare il coinvolgimento della propria fanbase.

Facebook subisce un calo netto ed è sempre più importante utilizzarlo con criterio, ma in compenso è possibile lavorare con metodo e attenzione anche su Instagram per condividere contenuti di valore e incrementare sia like che follower nell’ottica di un ampliamento dei seguaci e, quindi, del pubblico in target rispetto all’attività svolta.

Quali sono le strategie per utilizzare questo social al meglio e raggiungere l’obiettivo Instagram engagement livello pro?

Instagram engagement: video, video e ancora video

I video generano fino al 21,15% in più di interazioni rispetto ai post ordinari, non è poco e soprattutto non è irrilevante, sebbene sia ormai noto che sui social un video solitamente genera molto più coinvolgimento di un post.

Le ragioni? Fattori emozionali, prima di tutto.

Vedere qualcuno in video, lo avvicina a noi, lo rende più raggiungibile, comprensibile, è come se la realtà diminuisse la sua distanza dal virtuale. In altre parole, “umanizza” il brand.

Nonostante ciò, i post con immagini rappresentano il contenuto più pubblicato su Instagram, probabilmente perché nasce come strumento di condivisione di foto, per cui la tendenza a non voler snaturare la piattaforma è diffusa.

Quintly, ad esempio, ha rilevato questo dato: il 72,58% di tutti i post pubblicati sono foto, mentre i video rappresentano il 16,74% del totale.

Questo dato attiene all’utilizzo valutato su un campione statistico, però conviene utilizzarli e incrementarne la produzione: gli utenti ringrazieranno e anche la vostra fanbase.

Didascalie brevi, quasi come tweet

Gli utenti che già usano Twitter non avranno grosse difficoltà, mentre tutti gli altri dovranno fare in modo di scrivere didascalie brevi, sfoltite, nette, capaci di descrivere in poche righe quello che le persone vedono o, ancora, capaci di emozionare, ispirare, indurre alla riflessione.

Le descrizioni brevi aiutano ad aumentare l’engagement.

Il maggior coinvolgimento? Sicuramente, quello generato dalle didascalie tra i 50 e 300 caratteri. Gli unici che possono permettersi di non inserire alcuna descrizione sono gli influencer con più di 1 milione di follower, in quel caso la fanbase è talmente ampia da non necessitare di troppe parole.

La regola generale è brevità, se vuoi dilungarti conviene andare sul tuo blog o magari riportare un breve estratto e indicare il link in bio, ottima strategia per incuriosire senza essere invadenti.

Hashtag: less is more

Instagram permette di inserire sotto la didascalia ben 30 hashtag, più altri 30 all’interno del primo commento nei minuti successivi alla pubblicazione, ciò consente di considerarli come i precedenti e giocheranno un ruolo nella visibilità del post. Conviene non esagerare ma puntare sui migliori legati al proprio target.

Osserva la concorrenza, guarda quali hashtag utilizza e inserisciti, ma attenzione: è bene non sottovalutare anche la creazione di un hashtag aziendale che ti differenzi da tutti. Inseriscilo in bio e sollecita al suo utilizzo, crea affezione, genera coinvolgimento e soprattutto riguarda te, la tua attività, ciò che comunichi. Chi ti segue, non dimentica.

Instagram ama i weekend

Questo può infastidire molti social media manager, ma è un dato da non sottovalutare: i post pubblicati il sabato e la domenica generano interazioni molto alte, addirittura +22,29%.

La ragione è facilmente intuibile: le persone sono più libere nel fine settimana, la propensione allo svago è massima, si tende a dare maggiore attenzione al contenuto, si è quindi più “generosi” anche in termini di feedback.

Emoji mania

Ti sarai chiesto se sia inutile inserire uno o più emoji nei tuoi post, lo so, può sembrare strano, ma ti assicuro che se il tuo profilo non è di grandi dimensioni (meno di 10k seguaci) inserire da 1 a 3 emoji può aiutarti per raggiungere l’obiettivo engagement.

Fai in modo che la scelta sia affine al tone of voice del tuo brand, ma non esitare e prova a inserire degli emoji per coinvolgere il tuo pubblico.

Distinguiti, crea

Questo forse è il suggerimento più importante. Nel caos indistinto e spesso monotematico di Instagram, vince chi riesce a distinguersi.

Utilizza i filtri in modo creativo e abbellisci il tuo feed più che puoi, mostra la tua personalità, il tuo stile e pubblica contenuti entusiasmanti.

Riporto l’esempio di mondoaeroporto  in quanto a mio avviso mescola sapientemente creatività, presenza, emozioni, coinvolgimento e storytelling attraverso le storie su Instagram.

Un suo post, lo riconosci immediatamente. Cliccando sulle storie ti porterà in giro per il mondo descrivendoti ciò che vede, le emozioni che prova, le difficoltà, le sue esperienze.

mondoaeroporto

Storie Instagram: nuove funzioni, come sfruttarle

Avrai notato che Instagram introduce sempre nuove funzioni, da ultima: la possibilità di inserire la musica nelle storie e, ancor più recente, il conto alla rovescia.

Si tratta di strumenti che, se utilizzati in modo opportuno e coerente con il proprio tone of voice, permettono di aumentare il coinvolgimento delle persone.

La musica aggrega, suscita emozioni, ma soprattutto permette di ricollegare le immagini a una canzone, permettendo all’utente di memorizzare meglio quanto i suoi occhi stanno osservando in un breve lasso temporale.

Il conto alla rovescia è perfetto per generare hype nel momento in cui, ad esempio, utilizzi il contatore nelle storie nei giorni o nelle ore che precedono un evento importante, un debutto, il lancio di un prodotto molto atteso, un appuntamento o un incontro di un certo tipo.

Piccoli dettagli, apparentemente inifluenti, possono davvero fare la differenza in modo sostanziale.

E tu, hai già adoperato queste strategie per aumentare l’engagement su Instagram? Discutiamone insieme, lasciaci un commento!

Alessandra Litrico

Responsabile comunicazione e social media Dario Flaccovio Editore

Nessun libro disponibile.

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati saranno trattati per consentire l'inserimento e la pubblicazione dei commenti e delle recensioni. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l'Informativa Privacy

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×