Local SEO: 7 strategie per la visibilità del tuo ristorante

0 Flares 0 Flares ×

local-seo-promozione-di-un-ristorante

La promozione di un ristorante è un’attività molto articolata e non può fare a meno di internet, come già scritto sul libro e in un precedente post.
In particolare, quando facciamo riferimento alla rete e alla promozione di un business con una o più sedi fisiche, come nel caso di un ristorante o simili, il primo strumento a cui pensare per ottenere visibilità è quello della Local Search, soprattutto quando si riesce a conquistare il 3-pack di Google.

Per Local Search, e in più in generale per Local Search Marketing, si intendono tutte quelle tecniche e strategie che consentono di portare più clienti nei ristoranti utilizzando gli strumenti digitali, compreso il marketing sui sistemi di Mappe online, e non solo.

Facciamo un passo indietro. Il crescente utilizzo dei dispositivi mobile ha cambiato il modo in cui gli utenti cercano le informazioni online, basta pensare, ad esempio, che dal 2011 al 2014, a livello globale, le ricerche “near me” sono cresciute di 34 volte.

Alcuni recenti dati Google attestano ufficialmente che:

  • Più della metà del traffico web complessivo proviene da smartphone e tablet
  • Il 30% delle ricerche da mobile è di tipo locale
  • Il 76% delle persone che cerca sui propri smartphone qualcosa “nelle vicinanze” visita il business entro 1 giorno.

Micro Momenti per vincere la sfida del mobile

Gli utenti imparano sempre più ad utilizzare lo smartphone e a sfruttarne le peculiarità al fine di soddisfare i propri bisogni. Sono i cosiddetti MICRO-MOMENTI (così come li ha ribattezzati Google), ovvero tutti quei momenti durante i quali gli utenti utilizzano un dispositivo mobile per intraprendere un’azione di cui si ha bisogno.

Il 79% delle persone, ad esempio, utilizza lo smartphone per intraprendere un’azione del tipo “voglio andare…”. In altre parole, le persone che decidono di andare in un locale usano lo smartphone e, in particolare, il 55% utilizza le applicazioni di Mappe Online.

Sfruttare la teoria dei micro-momenti significa intercettare potenziali clienti che sono dietro l’angolo. Grazie all’uso dei dispositivi mobile, i micro-momenti possono accadere in qualsiasi momento e ovunque. In quei precisi momenti, i consumatori si aspettano che i brand soddisfino i loro bisogni in tempo reale, e voi dovete esserci!

Fatte queste doverose premesse, chiediamoci: i ristoranti sono presenti nelle ricerche locali? Quanto investono nel Local Search Marketing?

A questo proposito voglio condividere con voi una ricerca che ho personalmente svolto insieme a Maurizio Ceravolo di ideativi.it nel novembre 2014 sulla stato del Local Search Marketing in Italia, soffermandomi proprio sui dati che attengono al mondo della ristorazione, proprio perché sono i più rappresentativi.

È vero sono passati 2 anni, ma la ricerca è davvero emblematica e la situazione non è poi così migliorata nel corso di questi due anni!

Dalla ricerca è emerso che:

  • solo il 31% dei ristoranti aveva la scheda rivendicata/verificata (ovvero ne aveva preso in qualche modo gestione)
  • solo il 38% delle schede aveva associato un sito web, e di questi, quasi il 10% non era funzionante
  • più del 20% dei siti presentava ancora qualche elemento in Flash, tecnologia (sostanzialmente) abbandonata che rende il sito web non leggibile su smartphone
  • solo il 25% dei siti era ottimizzato per dispositivi mobile
  • quasi il 40% aveva delle foto, spesso prese da Google in autonomia da altri siti
  • solo il 30% aveva inserito gli orari e meno del 3% aveva le foto Business View fatte da fotografi professionisti.

Direi, quindi, che c’è ancora molto, tanto, da fare!
Nel frattempo Google stesso ha pubblicato una pagina con i consigli per migliorare la visibilità locale.

Local SEO = più opportunità

Andiamo ora dritti al punto ed ecco dunque di seguito 7 consigli utili per attuare una strategia di Local SEO mirata per i ristoranti.

Sito web

Un ristorante deve possedere un proprio sito web, ottimizzato per i motori di ricerca e soprattutto fruibile perbene dai dispositivi mobile. Nel sito devono essere presenti tutte le informazioni utili per l’utente, prima di tutto le informazioni per raggiungerlo (quello che viene comunemente chiamato NAP), ma anche foto e menù in formato testuale.

Google My Business

Il ristorante deve verificare/rivendicare la propria scheda su Google My Business, accertarsi che sia ottimizzata e che presenti tutte le informazioni indispensabili per l’utente: in primis, gli orari di apertura del ristorante (in caso di orari errati perdereste potenziali clienti); in secundis, l’indirizzo e la posizione del pin locator (molti utenti si affidano alle indicazioni stradali per raggiungere il locale).

Recensioni

Oltre all’aspetto puramente reputazionale di cui non parlo, ottenere recensioni migliora il ranking della scheda tra i risultati locali. Inoltre, molti utenti si affidano alle recensioni presenti online per scegliere un ristorante piuttosto che un altro.

Quindi, siate proattivi nel richiedere recensioni ai vostri clienti, soprattutto quando vi sembrano particolarmente soddisfatti ☺

Citazioni

Le citazioni sono a tutti gli effetti un segnale di ranking. È anche vero che con gli ultimi aggiornamenti dell’algoritmo è calata moltissimo la sua importanza, ma fate in modo che gli utenti vi citino nelle varie fonti disponibili online, che vi menzionino con i Dati corretti e che parlino bene del vostro ristorante.

Seo “tradizionale”

Ottimizzare il sito web associato alla scheda local in ottica SEO contribuisce a migliorare il ranking a livello locale del ristorante. Questo significa attuare le best practice proprie del SEO tradizionale tra cui: creare contenuti di qualità e ottenere buoni link (backlink) da fonti esterne.

Altri sistemi di Local Search

Non esiste solo Google e le mappe di Google. Il mondo della Local Search passa anche da altri sistemi di tipo locale di cui è necessario tenere conto. Per citarne solo alcuni: Apple Maps Connect, Bing Places, Facebook Local, Yelp, Tripadvisor, Pagine Gialle…

Siate presenti su questi sistemi – dove è possibile con una scheda verificata – e assicuratevi della consistenza delle informazioni (i dati riferiti al vostro ristorante devono essere univoci tra loro).

L’Online passa anche dall’Offline

Il Local Search Marketing, anche del caso di un ristorante, deve diventare parte di un ecosistema locale più complesso che includa strategie online e offline. Tra le strategie offline più proficue, ricordo, le partnership con altre attività della zona, ad esempio strutture ricettive, altre attività commerciali, palestre, le pubbliche relazioni con giornali, blog e tv locali.

di Luca Bove

Luca Bove - Nicoletta Polliotto

Luca si occupa di Web Marketing, in particolare di Search Marketing, alla IM Evolution. Nicoletta è Project Manager, consulente e strategist per aziende Food e Travel con Muse Comunicazione.

Libri scritti da Luca Bove - Nicoletta Polliotto

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati saranno trattati per consentire l'inserimento e la pubblicazione dei commenti e delle recensioni. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l'Informativa Privacy

0 Flares Google+ 0 Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×