Il metodo di Rudy Bandiera per creare contenuti efficaci online

0 Flares 0 Flares ×

il-metodo-di-rudy-bandiera-per-creare-contenuti-efficaci

Perché uno dovrebbe scrivere un libro sulla produzione di contenuto online? Un libro è esso stesso contenuto, anche se non necessariamente fruibile online, ed è quindi come creare un contenitore per contenere un contenitore.

In realtà il motivo è semplice: l’unico modo che abbiamo per esprimere noi stessi, quello che sappiamo fare, quello che ci piace e quello che vogliamo rappresentare per gli altri è farlo con i contenuti online ma questo, necessariamente, è sia un rischio che una opportunità.

È una grande opportunità perché sono fermentane convinto che l’individuo sia sempre più al centro del mondo, in particolare del mondo Web. Si fa infatti un gran parlare di “casa di vetro” per indicare aziende sempre più trasparenti e a disposizione dei clienti, così come si parla di Cluetrain Manifesto, citando che i mercati sono di fatto conversazioni.

Ma se le aziende sono trasparenti (o cercano di esserlo) e se i mercati sono fatti di conversazioni, verso chi verte la conversazione e la trasparenza? Verso di noi.

Una faccia vende più di un logo, l’ho sempre detto. Noi tutti siamo potenzialmente dei veicoli, degli hub, dei “portatori sani” di pubblicità, specialmente online.

Ognuno di noi può essere un testimonial di qualcosa, più o meno influente, più o meno retribuito, più o meno positivo. Ma anche più o meno consapevole.

Ecco, la chiave sta forse nella consapevolezza: se siamo in grado di capire chi siamo, come siamo percepiti e quale messaggio siamo in grado di veicolare, riusciremo anche a capire a chi…interesseremo. Commercialmente intendo ;)

Ma se tutto questo è affascinante e decisamente interessante, è anche abbastanza rischioso, almeno a certi livelli.

È rischioso perché se si è testimonial di qualcosa (anche inconsapevolmente), si mette in gioco molto di noi stessi.

Se do la mia faccia ad un prodotto o ad un marchio vado incontro a due “pericoli”: il primo è quello di legarmi al suddetto marchio, anche in futuro, precludendo molte strade, ed il secondo è quello di… sputtanarmi.

Se in effetti mi lego a qualcosa di non positivo, do la mia parola a chi si fida di me, ma è una parola che vale poco.

In definitiva la nostra reputazione, o reputation, per dirla l’americana, è la cosa in assoluto più importante che abbiamo ed è legata indissolubilmente alla fiducia che saremo in grado di ottenere.

Partendo da questi semplici presupposti mi sono chiesto una cosa quasi banale: ok, ma come faccio a creare fiducia e a far si che la mia reputazione cresca?

Non è che ci sono tante risposte, se uno ci pensa bene, anzi direi una soltanto: con i contenuti.

La fiducia è fatta di alcuni ingredienti che sono l’affidabilità, l’integrità, la benevolenza e la competenza, e se manca anche solo uno di questi le persone smettono di fidarsi di me, ma come faccio a passare queste percezioni agli altri?
Nella vita reale con quello che dico e faccio, nella vita digitale con i contenuti.

Possiamo giraci attorno fin che vogliamo ma l’unica strada che abbiamo per far capire agli altri se siamo, ad esempio, affidabili, è scrivendo ogni giorno qualcosa di utile. Non un giorno si e 13 no… tutti i giorni.

Ecco, qua iniziano le complicazioni, ovvero le persone mi chiedono “ok, ma come faccio a trovare qualcosa da scrivere tutti i giorni?”. E poi, di seguito, “ma come si fa un video? E gli algoritmi come funzionano?” oppure “ma meglio pubblicare alla mattina o alla sera?”.

In questi anni non ho fatto altro che raccogliere tutti i dubbi delle migliaia di persone che vedo ogni anno, per cercare di rispondere in una volta sola, con un libro.

È un manuale, un vero e proprio manuale da tenere con sé all’occorrenza, per capire quali tool usare per fare cosa, per capire dove pubblicare le cose, quando, ma soprattutto, per cercare di impiegare il minor tempo possibile per avere il maggior risultato consentito.

Perché non ci dimentichiamo che l’enorme problema non sta nella produzione di contenuto e basta, ma nel tempo per crearli. Quello si, non si trova mai.

In CREA avremo tutto il necessario per passare dal testo, ai video al palco (slide e presentazioni) ottenendo il maggior risultato con il minor sforzo (che rimane sempre notevole, non credete).

Se avete bisogno di capire perché comunicare, cosa comunicare e come farlo in modo efficace io credo avrete trovato il libro che fa per voi.

Ringraziamo Rudy Bandiera per questa grande novità che ha voluto condividere in prima persona con tutti noi e ti ricordiamo che cliccando qui è possibile sfogliare gratuitamente l’anteprima, oltre a poter usufruire di uno sconto speciale sul libro in pre-lancio!

Rudy Bandiera

Sito personale : www.rudybandiera.com
Divulgatore, scrittore e TEDx speaker. Tiene master e seminari in tutta Italia. Insieme a Riccardo “Skande” Scandellari è socio fondatore di NetPropaganda.

Libri scritti da Rudy Bandiera

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati saranno trattati per consentire l'inserimento e la pubblicazione dei commenti e delle recensioni. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l'Informativa Privacy

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 0 Flares ×